PROGRAMMA Patologia vegetale generale - unirc.it ?· Patologia vegetale generale PROGRAMMA Patologia…

  • Published on
    15-Feb-2019

  • View
    212

  • Download
    0

Transcript

<p>Patologia vegetale generale </p> <p>PROGRAMMA Patologia vegetale generale </p> <p>(Corso di laurea in Produzioni vegetali) Prof. Giovanni Enrico Agosteo </p> <p>A.A. 2007-08 1. INTRODUZIONE ALLA PATOLOGIA VEGETALE </p> <p>1 Definizione di malattia e di danno in Patologia vegetale. 2 Cenni storici sullevoluzione della Patologia vegetale. 3 Aspetti fitopatologici dellevoluzione delle tecniche colturali. 4 Importanza economica e sociale delle malattie delle piante. 5 Modalit di classificazione delle malattie delle piante </p> <p> 2. AGENTI CAUSALI DELLE MALATTIE DELLE PIANTE </p> <p>1 Fattori abiotici: stress termici, stress idrici, inquinanti ambientali, condizioni nutrizionali anomale (pH terreno, carenze e/o eccessi di macro- e micro-elementi, competizione, allelopatie). </p> <p>2 Fattori biotici: caratteristiche generali e identificazione di fanerogame parassite, funghi, batteri, fitoplasmi, spiroplasmi, batteri esigenti, virus, viroidi, nematodi. </p> <p>3 Patogenicit e parassitismo. 4 Specializzazione parassitaria. </p> <p> 3. ALTERAZIONE ANATOMICHE E FUNZIONALI NELLE PIANTE MALATE </p> <p>1 Alterazioni strutturali ed ultrastrutturali (cenni di anatomia fitopatologica e semeiotica). </p> <p>2 Fotosintesi. 3 Ricambio idrico. 4 Respirazione. 5 Permeabilit cellulare. 6 Crescita e differenziazione. </p> <p>4. DIAGNOSI 1 Postulati di Koch. 2 Anamnesi. 3 Criteri di diagnosi tradizionale: sintomatica, funzionale, </p> <p>biologica, ecologica, ex-juvantibus, differenziale. I saggi biologici. </p> <p>4 Diagnosi attraverso limpiego di marcatori biochimici e molecolari (sierodiagnosi, ibridazione molecolare, amplificazione genica (PCR, RAPD), polimorfismo dei frammenti di restrizione (RFLP), elettroforesi di proteine ed isoenzimi). </p> <p> 1 </p> <p>Patologia vegetale generale </p> <p> 5. FASI DI SVILUPPO DELLE MALATTIE INFETTIVE (PATOGENESI) </p> <p>1 Contaminazione e inoculazione. 2 Infezione, penetrazione e colonizzazione. </p> <p>1 Meccanismi di attacco di tipo fisico-meccanico (appressorio, stiletto di penetrazione, austorio); </p> <p>2 Meccanismi di attacco di tipo chimico: enzimi (EDPC), tossine (selettive e non selettive), regolatori della crescita (colonizzazione biotrofica, necrotrofica, dellapoplasto e del simplasto). </p> <p>3 Incubazione: invasione, crescita, riproduzione. 4 Insorgenza dei sintomi, evasione. 5 Disseminazione del patogeno (animali, insetti, acari, vento, </p> <p>uomo e mezzi di lavoro). 6 Sopravvivenza del patogeno. 7 Forme di specializzazione e resistenza. </p> <p>6. CLASSIFICAZIONE DELLE MALATTIE (Trofiche, necrotiche, litiche, auxoniche, vascolari, epifitiche, ipnochereutiche) </p> <p>7. MECCANISMI DI DIFESA DELLE PIANTE a. MECCANISMI DI DIFESA PASSIVI (PREINFEZIONALI) </p> <p>i. Difese morfo-funzionali (precostituiti o strutturali). ii. Difese biochimiche pre-infezionali (proibitine e </p> <p>lectine). b. MECCANISMI DI DIFESA ATTIVI (indotti o post-infezionali) </p> <p>i. Risposte morfologiche (papille, tille o lignituberi, callosio, suberina, fellogeno). </p> <p>ii. Risposte biochimiche (fitoalessine, proteine PR, fenoli liberi, polifenolossidasi, radicali di ossigeno attivo, ecc.). </p> <p>iii. Reazione di ipersensibilit iv. Elicitori generali esogeni ed endogeni. v. Elicitori specifici. </p> <p> 8. EPIDEMIOLOGIA </p> <p>a. Influenza dei fattori ambientali sullo sviluppo della malattia: i. Temperatura, umidit, vento, luce. </p> <p>ii. Terreno, fattori nutrizionali, effetto degli erbicidi. b. Patogeni waterborne, soilborne e airborne. c. Malattie monocicliche, policicliche e polietiche. d. Sviluppo delle epidemie. Valutazione della dannosit di una </p> <p>malattia, gli indici di malattia: Incidenza o Diffusione, Gravit, Intensit). </p> <p> 2 </p> <p>Patologia vegetale generale </p> <p>e. Previsioni delle epidemie. 9. STRATEGIE DI LOTTA CONTRO LE MALATTIE DELLE PIANTE </p> <p>a. PREVENZIONE E PROFILASSI i. Esclusione (legislativa, fisica, propagativa). </p> <p>ii. Eradicazione (biologica, fisica, chimica). iii. Protezione (biologica, ecologica, chimica). </p> <p>b. TERAPIA i. Metodi agronomici. </p> <p>ii. Metodi fisici (Contenimento dei patogeni soil-borne, le alternative al bromuro di metile: sterilizzazione del terreno con vapore acqueo, solarizzazione) </p> <p>iii. Metodi chimici: 1. Fitofarmaci (caratteristiche generali, </p> <p>formulazione, classificazione dei principi attivi, tossicit, resistenza ai fungicidi) e cenni di legislazione fitosanitaria. Le alternative chimiche al bromuro di metile. </p> <p>2. Sostanze naturali per la difesa delle piante. iv. Impiego della resistenza </p> <p>1. Basi genetiche della resistenza. a. Teoria di Flor (gene per gene). b. Resistenza monogenica e poligenica: </p> <p>resistenza orizzontale e verticale. c. Meccanismi di variabilit. </p> <p>2. Miglioramento genetico delle piante per la resistenza alle malattie. </p> <p>3. Resistenza indotta (microbiologica, ambientale, fisica, chimica): SAR, ISR. </p> <p>c. CRITERI DI LOTTA i. Lotta a calendario. </p> <p>ii. Lotta guidata . iii. Lotta biologica (terreni repressivi, microganismi </p> <p>antagonisti, meccanismi dazione, principali biofungicidi) </p> <p>iv. Lotta integrata (IPM). Testo di base consigliato </p> <p> G. Belli. Elementi di Patologia vegetale. Piccin Editore </p> <p>Testi consigliati per la consultazione e gli approfondimenti A. Matta: Fondamenti di Patologia vegetale, Patron Editore, </p> <p>Bologna. </p> <p> 3 </p> <p>Patologia vegetale generale </p> <p> G.N. Agrios. Plant pathology, IV edizione. Academic Press. J. W. Deacon. Micologia moderna. Calderini-Edagricole, Bologna. M. Scortichini. Malattie batteriche delle piante coltivate. </p> <p>Edagricole, Bologna. Giuseppe Belli. Virus e virosi delle piante. Edagricole G. Goidanich. Manuale di patologia vegetale. Edagricole, Bologna. </p> <p>Vol. I - II - III - IV. S. Foschi, A. Brunelli e I. Ponti. Terapia vegetale. Edagricole, </p> <p>Bologna. M. Muccinelli. Prontuario dei fitofarmaci. Edagricole, Bologna. Image Line. Manuale di fitoiatria. Edagricole, Bologna. I. Valori. Nuovo repertorio dei fitofarmaci, Edagricole, Bologna. </p> <p> 4 </p> <p>Testo di base consigliato</p>

Recommended

View more >